Willy Antico

Sound Engineer - Studio Designer

Record - Mix - Master

 

Anno nuovo, studio nuovo

Willy Antico Mixing Room

Da un pò di tempo mi ero ripromesso di non prendere più uno spazio per lavorare che non fosse all'interno delle mura di casa e ovviamente la promessa è durata pochissimo! Complice una serie di traslochi e qualche fortuita coincidenza ho ceduto e ho riallestito una sala dove posso realizzare Mix e Mastering in totale autonomia.  Ma veniamo al sodo: quello che ho voluto realizzare è uno studio ibrido, con le basse frequenze controllate a partire da 35/40Hz, in modo da chiudere i mastering in tutta sicurezza e contemporaneamente avere un sistema di ascolto e una stanza che non fossero troppo asettici per poter concludere i mix avendo una sala non troppo analitica. La scelta dei diffusori è caduta sulle Amphion one18; un sistema in cassa chiusa con un woofer passivo montato nella parte posteriore della cassa. Per coprire bene la prime tre ottave dello spettro ho deciso di utilizzare una coppia di Adam sub12 (uno per parte) in modo da avere sia la stereofonia che gli Spl giusti anche in caso di volume alto. Il risultato è qualcosa che desideravo da tempo e che finalmente posso utilizzare tutti i giorni: tanta potenza e dinamica quando ne ho bisogno, mediobasse controllatissime e fulminee (visto la mancanza della porta bass reflex), le prime tre ottave precise fino a 0,5 dB nella posizione di ascolto e medioalte precise e stereofoniche anche nelle posizioni più estreme della sala. Adesso dopo il primo Hype iniziale ho iniziato ad arredare e a rifinire l'acustica interna: attualmente mancano i diffusori acustici per il soffitto e un pò di controllo sulle prime riflessioni, ma il sound generale è ottimo.

Sono stati sei mesi di duro lavoro ma ampiamente ripagati dai risultati: ho appena concluso il mix un Ep natalizio e i brani masterizzati da Andy agli Abbey Road hanno subito soltanto un paio di minuscole modifiche prima di essere masterizzati. Una bella soddisfazione.